PIZZO città dal fascino antico è un borgo di pescatori mantenuto pressoché Iintegro fino ad oggi. Per il suo mare e le sue Chiese ed i suoi gelati, è diventata una stazione turistica di prima grandezza nel panorama del Turismo Calabrese.  Da vedere il Castello, La Chiesa di Piedigrotta e quella di San Giorgio dove sono conservate  le spoglie mortali del Re di Napoli Gioacchino Murat.  


COMUNICATI PER SOCI E SIMPATIZZANTI MURAT ONLUS

SABATO 6/6/2020 L’Assemblea Ordinaria dei Soci ha rinnovato il Consiglio Direttivo nonchè ha approvato il Bilancio al 31/12/2018. Ulteriori informazioni disponibili sul Gruppo di Whats App riservato ai soci.

PRIMA PAGINA

GALLERIA IMMAGINI DELLA RIEVOCAZIONE STORICA MURATTIANA DEL 2019 

CANALI TEMATICI

PREVISIONI DEL TEMPO

NEWS

STORIA MURATTIANA

COMMERCIALISTA

FOTOVIDEO

CHIESE E MUSEO DI SAN GIORGIO

ARCHIVI VARI


 TOURIST INFORMATION

AGENZIE VIAGGI E TURISMO

AGENZIE VIAGGI E TURISMO

PARCHEGGI – PARKING

PARCHEGGI – PARKING

OSPITALITÀ A PIZZO

OSPITALITÀ A PIZZO

NUMERI TELEFONICI UTILI

NUMERI TELEFONICI UTILI

MUSOLINO BENEDETTO

MUSOLINO BENEDETTO

ITINERARIO TURISTICO-CULTURALE

ITINERARIO TURISTICO-CULTURALE

ELENCO COMUNI IN PROVINCIA DI VIBO VALENTIA

ELENCO COMUNI IN PROVINCIA DI VIBO VALENTIA

BREVE STORIA DELLA CITTÀ DI PIZZO

BREVE STORIA DELLA CITTÀ DI PIZZO

ANTONINO ANILE

ANTONINO ANILE

ANGELO SAVELLI

ANGELO SAVELLI

ALBERGHI, VILLAGGI TURISTICI, CAMPEGGI, HOTEL E AZIENDE AGRITURISTICHE

ALBERGHI, VILLAGGI TURISTICI, CAMPEGGI, HOTEL E AZIENDE AGRITURISTICHE

AGENZIE DI VIAGGIO IN PROVINCIA

AGENZIE DI VIAGGIO IN PROVINCIA

I MAESTRI GELATIERI DI PIZZO

I MAESTRI GELATIERI DI PIZZO

GELATERIA BAR ERCOLE DI DI IORGI GAETANO & FRANCESCO S.N.C.

GELATERIA BAR ERCOLE DI DI IORGI GAETANO & FRANCESCO S.N.C.

GASTRONOMIA NAPITINA

GASTRONOMIA NAPITINA

PIAZZA DELLE REPUBBLICA – IL CENTRO STORICO DI PIZZO

PIAZZA DELLE REPUBBLICA – IL CENTRO STORICO DI PIZZO

PARTECIPARE AL PREMIO DI PITTURA DELLA CITTÀ DI PIZZO

PARTECIPARE AL PREMIO DI PITTURA DELLA CITTÀ DI PIZZO

PARTECIPARE AD ESTATARTE

PARTECIPARE AD ESTATARTE

NATURA E VERDE. ESCURSIONI NELLE OASI DI VERDE PUBBLICO

NATURA E VERDE. ESCURSIONI NELLE OASI DI VERDE PUBBLICO

LE SPIAGGE, LE SCOGLIERE E LE GROTTE DI PIZZO

LE SPIAGGE, LE SCOGLIERE E LE GROTTE DI PIZZO

LA SETTIMANA SANTA DI ORLANDO ACCETTA

LA SETTIMANA SANTA DI ORLANDO ACCETTA

IL SANTO NATALE DI FRANCO CORTESE

IL SANTO NATALE DI FRANCO CORTESE

I VICOLI DI SAN FRANCESCO

DORMIRE A PIZZO.105 HOTEL ED ALBERGHI

BERE NELLE FONTANE DI PIZZO

VIDEO SULLA CITTA’ DI PIZZO

PIZZO – CHIESETTA DI PIEDIGROTTA

MUSEO PROVINCIALE MURATTIANO

MUSEO PROVINCIALE MURATTIANO

MUSEO DEL MARE

MUSEI DELLA PROVINCIA DI VIBO VALENTIA

LA PITTURA DI NICOLETTA AVERTA DEL 2010

LA FIERA DI TUTTI I SANTI

LA FIERA DI TUTTI I SANTI

LA CRIPTA DI TUMULAZIONE DEI MONACI PASQUALINI

LA CHIESA MATRICE DI S.GIORGIO MARTIRE

IL CASTELLO ARAGONESE DI PIZZO

IL CASTELLO ARAGONESE DI PIZZO

I RUDERI DELL’ANTICA BARONIA DI ROCCA ANGITOLA

CITTÀ ANTICA DI BRIATICO

CITTÀ ANTICA DI BRIATICO

CHIESA DEL PURGATORIO

TRASPORTI URBANI ED EXTRAURBANI

PIANTINA DEL CENTRO STORICO DI PIZZO

CITTA’ ANTICA DI BRIATICO

CITTA’ ANTICA DI BRIATICO

CHIESA DEL PURGATORIO

CHIESA DEL PURGATORIO

CHIESA DI PIEDIGROTTA

CHIESA DI PIEDIGROTTA

MUSEO PROVINCIALE MURATTIANO

MUSEO PROVINCIALE MURATTIANO

MUSEO DEL MARE

MUSEO DEL MARE

MUSEI DELLA PROVINCIA DI VIBO VALENTIA

MUSEI DELLA PROVINCIA DI VIBO VALENTIA

La pittura di Nicoletta AVERTA del 2010

La pittura di Nicoletta AVERTA del 2010


OMAGGIO A  PADRE ROCCO BENVENUTO: FRATE MINIMO DI SAN FRANCESCO DI PAOLA, UOMO DI ELEVATA SPIRITUALITA’ E SOPRAFFINA CULTURA, GRANDE STORICO DELLA VITA DI SAN FRANCESCO DI PAOLA, BRAVISSIMO SACERDOTE E SOPRATTUTTO GRANDE AMICO E GRANDE UOMO VERSO ME, LA MIA FAMIGLIA E TUTTI QUANTI CHE EBBERO LA FORTUNA DI CONOSCERLO IN VITA. GIUSEPPE PAGNOTTA

I TEMPI DEL CAOS.

Le quattro stagioni canoniche che da sempre governano il clima nel mondo intero ormai lavorano in condizione di disturbo e di squilibrio. Le mezze stagioni sono scomparse. Fenomeni estremi si manifestano in luoghi dai quali sono stati sempre assenti. Ondate di caldo in continuità si suddegiono a ondate di freddo. Si alzano i livelli dei mari, si sciolgono i ghiacciai, le Terre della Groenlandia coperti da sempre da immendi ghiacciai si stanno trasformando in praterie. Malattie strane, mai viste e combattute si diffondono con sempre maggiore frequenza nel mondo. La pandemia è vicina. Interi continenti vanno a fuoco. L’Australia brucia. L’Amazzonia Brucia. Masse infinite di popoli non reggono più lo status di povertà, guerra e fame nel quale da sempre si sono trovate prigioniere. Cercano di venirne fuori  dando origine a flussi migratori sempre poù imponenti. Tutti vogliono un’Europa che non può accogliere tutti. Nasceranno conflitti sempre più violenti ed ingovernabili. Un mondo destinato a soffrire squilibri nel campo della demografia con popolazioni di colore molto più numerose di quelle bianche e con trend di crescita sbilanciati a favore delle prime rispetto a quelle bianche. Le scale di valori che hanno governato da sempre il mondo ormai letteralmente scomparse. Oggi è sempre più difficile di parlare di valori identitari del cristianesimo così come delle altre religioni. Ormai nessun crede più a niente, discorso accettato da tutti anche se qualcuno fa ancora  le dovute eccezioni. La stessa famiglia è in crisi. I matrimoni ormai sono minoritari rispetto alle convivenze. Si fanno sempre meno figli, e tutto si sta involvendo in una spirale negativa verso il basso. Sono discorsi di fatti concreti e reali sui quali si potrebbe discutere all’infinito. E’ nato e sta crescendo nella nostra civiltà un terribile mostro che aggredisce tutto e tutti con l’unico intento della distruzione totale quale risultato finale del CAOS.

LA DIFESA DAL CAOS. Dobbiamo riprendere le redini degli eventi ristabilendo le regole dell’ordine naturale delle cose in essere dall’eternità. La prima cosa da fare è quella di ricordarci che ognuno di noi da solo vale zero mentre insieme agli altri, per fare i bene, aumenta in modo esponenziale il proprio valore con l’aumentare delle persone partecipanti. Bisogna promuvere tutto quello che fa incontrare le persone, sviluppare tutto quello che le unisce approfondendone la conoscenza reciproca in tutti i campi umani. Vietare la solitudine, facilitare al massimo i matrimoni . Regolamentare la rete, che è tra i principali colpevoli di questo stato di cose,  facilitando tutto quello che  collega  e fa interagire gli esseri umane e vietando tutti quelle situazioni ed utilizzi che invece facilitano l’isolamento degli uomini. La rete è solo uno strumento dell’uomo e come tale può essere un mezzo potentissimo di ricchezza e sviluppo per tutta l’umanita oppure uno strumento di solitudine e di abbrutimento, una cassa di risonanza e di diffusione di quanto di peggio abbia partorito la mente della razza umana.

ORGANIZZARSI PER DIFENDERSI.  Dinnanzi a tali problemi di portata planetaria il singolo non può niente se non assistere alla autodistruzione del proprio mondo. Ma due singoli costituiscono un Gruppo il quale come tale è notevolmente più potenete della somma dei due singoli. Il singolo rimane singolo. Il Gruppo invece può crescere all’infinito. Le “sardine” in pochissimo tempo sono scresciute in misure tale da riempire le piazze. Il Gruppo sia nel piccolo che nel grande può fare cose alle quali il singolo non ci spera nemmeno.

LE PICCOLE REALTA’. Non tutti viviamo nei grandi centri urbani. Ma anche nelle piccole comunità i problemi naturali ed esistenziali sopra appena accennati non sono di secondaria importanza per la vita di tutti i giorni e per il futuro. Per cui operare nel piccolo si può, anzi si deve, perchè alla portata di tutti.

LE 10 PROPOSTE. La prima è quella di costituire un gruppo del tutto informale il quale s’incontri per approfondire queste tematiche. Poi le altre nove saranno individuate dalle persone interessate. Importante è dare la propria disponibilità tramite il form susseguente. Tutti sarete richiamati per un incontro che fisseremo nel luogo e nei tempi debiti.

8 + 1 =

Share This