60 MILIONI DI TAMPONI. TROPPI MORTI. In Italia insieme a tanti primati ne stiamo conquistando uno nuovo assolutamente negativo. Mi riferisco all’elevato numero di morti in proporzione al numero dei contagiati. Le statistiche che propongo in allegato, prese dal sito del Sole 24 ore lo dimostrano ampiamente. I 2978 morti ad oggi 18/3/2020 su un totale di 35.713 contagiati rappresentano una percentuale dell’8,34% cosa che non ha riscontro in nessun altro paese del mondo. E’ una percentuale mostruosamente alta che il Governo dovrebbe preoccuparsi d’indagare e chiarire. In Germania la percentuale è dell’0,23%, in Francia del 1,93% , in Spagna del 4,48%, in Cina del 4%. Financo in IRAN, dove il sistema sanitario è pochissimo efficiente si muore molto meno che da noi con una percentuale di mortalità del 6,54%. Ed allora quale potrebbe essere la causa di questi risultati negativissimi per noi. Sulla validità del nostro Sistema Sanitario Nazionale, tra i migliori del mondo, ritengo che nessuno potrebbe metterlo in dubbio, ne tanto meno la validità della nostra classe medica che vanta persone di grandissima levatura ed altissimo spirito di sacrificio come lo sta dimostrando in questa lotta impari contro un nemico nuovo e sconosciuto. Il numero dei morti è purtroppo un dato di fatto che non si può mettere indubbio. E allora l’unica spiegazione che resta è che i numeri forniti non sono significativi del campione che vorrebbero rappresentare. Non è corretto il numero dei contagiati che nella realtà, ci dice la Statistica deve essere necessariamente molto più elevato. Se è vero questo, allora sono in circolazione decine di migliaia di persone contagiate che, per il fatto di essere asintomatici, neanche lo sanno. Attenzione sono tutte persone portatori di una carica virale attiva che possono infettare facilmente le ignare persone che entrano in contatto con loro. Non sapendolo non stanno in quarantena ma girano allegramente per l’Italia contenti di averla scampata mentre, inconsapevolmente sono i moderni untori che diffondono la malattia. Quindi le politiche sanitarie governative, fin quando non affronteranno questo problema, non risolveranno l’epidemia che ci affligge tutti e che ha stravolto le nostre vite trasformandoci in delinquenti agli arresti domiciliari e portandosi via le persone più care delle nostre famiglie: i nostri genitori e/o i nostri nonni. CHE FARE? BISOGNA FARE 60.000.000 DI TAMPONI, SOLO COSI’ SI POSSONO ISOLARE GLI IGNARI UNTORI METTENDOLI IN QUARANTENA IN MODO TALE DA NON POTERE PIU’ NUOCERE A TUTTI NOI.

Share This