GLI INSEGNAMENTI DI UNA BUFERA DI NEVE [1998]

GLI INSEGNAMENTI DI UNA BUFERA DI NEVE [1998]
Competenze

Postato il

16 Dicembre 2018

1 commento

  1. Giuseppe Pagnotta

    Il coraggio delle proprie azioni sta nello accettare le conseguenze favorevoli o sfavorevoli che essi siano. Questo è un principio morale convalidato, del resto, dalle leggi di tutto il mondo che dovrebbe far parte del diritto naturale, ma che invece se non trasmesso ai giovani nei tempi dovuti non lo è per niente. Ognuno facendo memoria della propria esperienza e ritenendola valida, è giusto che la puntualizzi e la faccia conoscere, sicuro di fare opera buona. La Società, il mondo intero è cambiato, ma questi valori sono rimasti sempre gli stessi come fossero scolpiti nelle Tavole della Legge. In altri tempi i rapporti dei giovani con le famiglie erano molto labili mentre erano molto forti quelli tra i giovani stessi e quelli che venivano instaurati con le Autorità Civili, Militari e Religiose del Territorio. In tal modo crescevano nelle difficoltà di ogni tipo e tempravano il loro carattere e la loro formazione per l’età adulta. Ora invece i giovani sembrano bambolotti di pezza, sono tutti Signorini ed hanno tutte le comodità per sprofondare subito nei gironi infernali delle droghe e di tante altre cose brutte. Andare in montagna a funghi e pur trovarsi in una bufera di neve continuare a cercare i funghi come se nulla fosse è un semplice e sempio, una prova della validità’ teorica e pratica delle mie osservazioni.

    Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This