CROCE PROCESSIONALE

BENI CULTURALI DELLA CITTA’ DI PIZZO

CHIESA DI SAN GIORGIO MARTIRE

MUSEO VIRTUALE DELLA COLLEGIATA DI SAN GIORGIO

CROCE PROCESSIONALE
Opera in legno e argento della Prima metà sec. XVIII di argentiere meridionale. Cristo patiens, con perizoma annodato sul fianco destro, reso con intenti naturalistici, soprattutto nella definizione anatomica degli arti. Il crocifisso è fuso in terra, e rifinito a cesello e bulino. Visibili tracce di prove d’argento sul fianco. L’elegante fattura dell’oggetto ne conforta l’attribuzione ad un argentiere di nome, probabilmente intorno ai primi due decenni del ‘700; a tale riguardo il punzone rinvenuto sull’oggetto, le iniziali G F, potrebbero riferirsi a Gaetano Funno, scultore ed argentiere attivo a Napoli dal 1730, che nel 1735 eseguì il modello per la statua di S. Emidio per la cappella di San Gennaro e fra il 1735 ed il 1740 pose i suoi bolli su alcuni argenti della Cattedrale di Troia.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This