NEWSLETTER n. 01 : TUTTO SULLA RIEVOCAZIONE STORICA MURATTIANA DI PIZZO.

Associazione Culturale Gioacchino MURAT Onlus
Via Nazionale 98/B – 89812 – PIZZO – (VV)
Email: info@murat.it – INFOLINE: +039 3491370653
———————————————————————————–
ENTI PROMOTORI ED ENTI FINANZIATORI
L’ Associazione Murat Onlus è un’Importante realtà associativa di Pizzo e della Calabria intera. Cura la conservazione, valorizzazione e promozione della figura del Grande Re Joachim MURAT “GIOACCHINO NAPOLEONE I° “insieme alle testimonianze ancora esistenti di quel periodo storico chiamato DECENNIO FRANCESE. Alla Murat Onlus di devono il Museo Provinciale Murattiano e la Biblioteca monotematica murattiana, le Rievocazioni Storiche murattiane di Pizzo ed infiniti Convegni, incontri e proiezioni per la promozione della cultura storica in Calabria. Aderisce al Souvenir Napoleonien di Parigi. La Murat Onlus è un’associazione senza fini di lucro per cui vive ed agisce principalmente grazie agli aiuti che Ella riceve dagli Enti Pubblici: Comune e Regione Calabria. Il primo, a differenza di tante altre volte ha limitato il suo aiuto al patrocinio gratuito oltre che all’insostituibile apporto organizzativo sostenuto dall’Assessore Dott.ssa Giorgia Andolfi e dal Sindaco Dott. Gianluca Callipo mentre la Regione tramite il Presidente Mario Oliverio e l’Assessore alla Cultura Professoressa Maria Francesca Corigliano si sono fatti carico dell’80% delle spese deliberando un contributo di € 25.000. Le necessità finanziarie restanti sono state erogate dall’Associazione Murat in proprio e da un contributo straordinario del Ministero dei beni Culturali avendo riconosciuto la Rievocazione storica di Pizzo come evento culturale di rilievo nazionale.

LA TERRA DEL PIZZO DI CALABRIA
La Terra del Pizzo vide la luce nel secolo della scoperta dell’America. Essa offre molto a coloro che l’amano. Posizione geografica incantevole, clima invidiabile, al centro delle principali vie di comunicazione della Calabria (aeroportuali, autostradali, dei traffici marittimi). E’ un borgo marinaro con una popolazione da sempre molto ospitale, valenti gli abitanti nella ristorazione, nell’ospitalità nell’arte della gelateria. Non minore attenzione alle cose dello spirito con 10 Chiesa delle quali l’importante Chiesa di Piedigrotta e della cultura con il suo Castello e la storia murattiana.

RIEVOCAZIONE STORICA MURATTIANA DI PIZZO
Sotto la Direzione artistica di Ruggero Antonio Ceravolo (Sceneggiatore e Regista) e la conduzione narrativa di Domenico Sorace (voce narrante) sono state rievocate le vicende, i drammi, le passioni, gli intrighi e le sofferenze che, nel periodo dall’8 al 13 ottobre del 1815, vissero Murat con i suoi uomini. Sbarcando a Pizzo Murat sognava di riconquistare il suo regno perso dopo la Battaglia di Tolentino del 2-3 maggio dello stesso anno. S’illudeva di trovare, nella popolazione di Pizzo dell’epoca, sostegni ed appoggi, un aiuto concreto in uomini e risorse per la riconquista del suo Regno. Ma le cose andarono diversamente. La popolazione, che aveva subito gravi danni e pesanti sofferenze con il Blocco Continentale di Napoleone semplicemente si astenne dal rispondere ai pressanti appelli di Murat ritirandosi nelle proprie abitazioni. Ma a Pizzo c’erano anche i seguaci di Re Ferdinando, gente che sapeva sarebbe stata chiamata a rispondere al re Borbone se non avessero intrapreso iniziative per fermare Re Gioacchino. Si organizzarono, lo fermarono con un violento scontro a fuoco, lo aggredirono fino a quasi spogliarlo ed infine lo consegnarono nelle mani del Capitano Trentacapilli.

RASSEGNA ESPOSITIVA DEI LUOGHI DELLA CALABRIA NAPOLEONICA
Il Parco Storico Regionale del Decennio Francese in Calabria ha organizzato in occasione degli eventi culturali di Pizzo una Rassegna espositiva simbolica dei luoghi che videro questi eventi. L’idea si è concretizzata in una serie di stand con la esposizione di pannelli informativi ed esplicativi degli eventi napoleonici calabresi accompagnati da reperti originali dell’epoca. All’iniziativa sono stati rappresentati Mileto (Battaglia di Mileto), Marcellinara (I fatti di Marcellinara), Zambrone (Istituzione del Comune di Zambrone), Maida (Battaglia di Maida) e Pizzo (Storia Murattiana). Ottima la risposta del pubblico completamente ignaro di queste gloriose pagine della Storia della Calabria e del Risorgimento italiano.

CONCERTO MUSICA SACRA
Murat è sepolto in una fossa mortuaria a Pizzo nella Chiesa di San Giorgio. Questo è certo perchè risulta dai documenti ufficiali e dalle relazioni dei testimoni presenti. Ma a San Giorgio ci sono dieci fosse di questo tipo e non è dato conoscere in quali di esse sia stato sepolto. Per cui Noi onoriamo tutti i defunti ivi sepolti con Celebrazioni Eucaristiche e fantastici concerti di musica sacra realizzati da valenti musicisti (Quartetto d’Archi: Manuel Arlia violino I, Ivana Comito violino II, Giuliana Cammariere viola, Francesco Valenzisi violoncello, Francesco Silvestri organo) e brillanti cantanti lirici del territorio (soprano Claudia ANDOLFI e Marta E. Floro Mezzosoprano).Nel corso del tempo innumerevoli i tentativi tutti falliti di ricerca dei resti mortali del Re Gioacchino Murat, Il primo nel 1893 su iniziativa della nipote che lo aveva promessa alla sua mamma. Lo scopo era riunire la salma della Regina Carolina con il Re.

CONVEGNO INTERNAZIONALE
La storia è ormai diventata la cenerentola della scuola italiana e l’insegnamento di quella locale è praticamente inesistente. Eppure il senso dell’appartenenza in un mondo globalizzato è un fattore di fondamentale importanza per la formazione e la personalità do ogni cittadino. Per cui coinvolgere le scuole per Noi è diventato un imperativo assolutamente categorico. Così è stato portando la cultura storica al loro interno e precisamento al Liceo CAPIALBI di Vibo Valentia con un seguitissimo Convegno internazionale al quale ha fatto seguito un talk show coinvolgendo alunni delle più importanti scuole di Vibo. Relatori La Dirigente Scolastica Prof.ssa Bianca TRAGNI Corrispondente del Souvenir Napoleonien per la Puglia nonchè scrittrice, il Delegato alle Politiche Italiane del Souvenir Napoleonien di Parigi l’Ing, Alessandro GUADAGNI, la Dirigente Scolastica Professoressa Elena De Filippis Storica. Applaudittissima infine la Principessa Pauline MURAT Principessa di Pontecorvo. Brillante conduttore del Convegno l’Avvocato Domenico Sorace.

LA PRINCIPESSA PAULINE Murat E LE AUTORITA’
Lo chiamiamo GranGala’ dei Gruppi storici partecipanti durante il quale gli stessi incontrano le Autorità presenti sul Territorio. Essi vengono presentati al pubblico con l’invito di un rappresentante a salire sul palco per ricevere un attestato di partecipazione più altri gadget mutevoli nelle varie edizioni. Le Autorità consegnano gli attestati e fanno i ringraziamenti ed i complimenti del caso a questi EROI che esclusivamente per motivi culturali ed altruisti si sobbarcano viaggi massacranti per portare la loro missione di diffondere la cultura storica al maggior numero possibili di Italiani. Un immenso GRAZIE ed un caloroso saluto non è solo un dovere ma un obbligo.

CENA DEL RE
La CENA DEL RE offerta alle autorità, alle personalità ed ai relatori intervenuti è stato un’altro momento qualificante e di rappresentanza del nostro territorio calabrese. Oltre che di promozione della Rievocazione storica murattiana di Pizzo, offrire a tanti illustri ospiti quanto di meglio poteva offrire Pizzo nel campo della ristorazione a base di pesce freschissimo è sempre stato un imperativo categorico in occasione di questi eventi. Tanto più lo rendeva la partecipazione della Principessa Pauline Murat Principessa di Pontecorvo, erede diretta di J. Murat, Capostipite di una nuova dinastia reale, quì intervenuta in rappresentanza di S.A.R. IL PRINCIPE JOACHIM MURAT. Persona squisita e di grande raffinatezza si è subito resa simpatica dimostrando una grande apertura mentale e di accoglienza verso tutti i presenti. La location scelta non poteva essere che un luogo simbolo della storia di Pizzo. Il Forte della Monacella della Marina di Pizzo è stato costruito durante il periodo del decennio francese da Re Giuseppe Bonaparte nell’ambito di un sistema difensivo dal mare basate sui cannoni. Ed è collegato con il Castello da una serie continua di cunicoli. La Cena reale, realizzata presso il ristorante costruito all’interno del Forte della MONACELLA di Pizzo Marina con i suoi cibi gustosi e molto raffinati è stata la degna chiusura di una grande giornata.

CORTEO STORICO
Murat venne a Pizzo non solo in occasione degli ultimi giorni della sua vita ma anche cinque anni prima in preparazione della “CAMPAGNA DELLO STRETTO” per la conquista della Sicilia. In tale occasione erano frequenti le permanenze a Vibo Valentia ospite della Famiglia Di Francia che, dalle informazioni in nostro possesso, ancora oggi mantiene integra la stanza di permanenza del re. Normale una visita a Pizzo realmente avvenuta il 25 maggio del 1810 durante la quale visitò la Chiesa di San Giorgio all’epoca non completamente ricostruita dopo il terribile terremoto del 1783. Si richiesta del Canonico Masdea Murat donò duemila ducati che servirono per fargliela trovate terminata cinque anni dopo in cui divenne la sua cappella mortuaria. Il Corteo ricorda questo evento oltre che mostrare alla popolazione i Gruppi storici partecipanti agli eventi rievocativi. La Calabria e piena di eventi storici delle quali restano importanti vestigia. Con riferimento a Murat molto importanti i fortini costruiti sulle montagne di Villa San Giovanni dalle quali Murat studiava il dispiegamento delle forze inglesi in preparazione dell’Invasione della Sicilia. Invasione effettivamente tentata ma che non ebbe successo a causa del comportamento degli Ufficiali della Grande Armata i quali avevano ricevuto da Napoleone ordini di mantenere lo status quo senza aggredire la Sicilia.

BALLI E DANZE DELL’800
I Balli e le Danze storiche dell’800 brillantemente eseguite del Gruppo di Ballo del Reale Gruppo storico Gioacchino Murat rievocano quelli realmente eseguiti dai ballerini murattiani nelle grandi sale piene di specchi dei palazzi reali delle Case Regnanti dell’Epoca. Parliamo della Quadriglia francese, della Polaise, della Contraddanza e del Circolo circasso. Sono balli di Gruppo molto graditi alla coppia reale formata da Carolina Bonaparte e Gioacchino Murat che erano soliti organizzare a Napoli grandiosi balli rimasti nella storia, durante i quali i reali si divertivano moltissimo. Mi corre dovere precisare che i nostri ballerini sono gente comune, madri e padri di famiglia, onesti lavoratori che si sono cimentati e si cimentano in questa difficile arte basandosi sullo impegno personale e sulle faticose esercitazioni organizzati dai responsabili dell’Associazione. Gli applausi ricevuti durante l’esibizione al Teatro de l’Ansiem di Parigi, davanti all’Assemblea Generale del Souvenir Napoleonien, così come alle esibizioni di Pizzo, Tolentino e Soverato sono l’unica moneta che li ripaga di tanti sacrifici. Grazie di cuore per quello che fate. Siete messaggeri di cose belle che non possono che fare bene a tutti coloro che vi vedono e vi seguono compreso lo scrivente. Auguri a fare sempre di più e sempre meglio. VERAMENTE BRAVI.

GRUPPI STORICI PARTECIPANTI

1. ASSOCIAZIONE STORICO CULTURALE “IMAGO HISTORIAE” 13° Reggimento di Fanteria di Linea 1789 Esercito Borbonico – POTENZA
2. KLAMPETE ASSOCIAZIONE RIEVOCAZIONI STORICHE – AMANTEA
3. 5° REGGIMENTO FANTERIA DI LINEA REAL CALABRIA – PIZZO
4. 5° COMPAGNIA CANNONIERI GUARDACOSTE ED ARTIGLIERI DEL REGNO ITALICO – ANCONA
5. A-STORIA HISTORICAL RE-ENACTMENTS – SAVONA
6. REALE GRUPPO STORICO GIOACCHINO MURAT – PIZZO
7. 1° REGGIMENTO GRANATIERI DI LINEA RE – NAPOLI
8. ASSOCIAZIONE TOLENTINO 815 – 2° REGGIMENTO CAVALLEGGERI DEL REGNO DI NAPOLI
9. 27eme DIVISION MILITAIRE ETAT MAJOR GENERAL -LOANO
10. 23° DRAGONI 3° SQUADRONE – IVREA;
11. 23° DRAGONI CLIQUE – IVREA.
12. 10°SQUADRONE CACCIATORI A CAVALLO DELLA GUARDIA – PARIGI.

GRUPPO STORICO “GIOACCHINO MURAT” DI PIZZO.
Nato con la prima rievocazione del 2004 con lo scopo di fare rivivere la corte Reale di Re Gioacchino Murat, successivamente, su iniziativa di Claudia Andolfi venne AMPLIATO creando al suo interno il Corpo di ballo del Reale Gruppo storico Gioacchino Murat con lo scopo di ricordare i principali balli eseguiti nella Corte Reale Napoletana. Successivamente il Gruppo venne ulteriormente allargato creando un reparto del 59° Reggimento di Fanteria di Linea “REALCALABRIA” dell’Esercito del Re Gioacchino Murat. Ormai opera da molti anni sia nella sua a Pizzo sia nelle altre Rievocazioni nelle quali viene invitato. Fortemente impegnato nelle Rievocazioni del 2019 ad esso è dovuto il grande successo ottenuto e la grande soddisfazione espressa sia dai visitatori che dagli altri rievocatori partecipanti. Guidato con molto impegno dal Direttore Artistico Ruggero Antonio Ceravolo, dal Comandante del reparto Cirino Ira Ira in collaborazione con Augusto La Porta (Generale Franceschetti) seppure con grandi sacrifici sta maturando verso la Grande Armata d’Italia dalla quale durante la recente Rievocazione di Catanzaro è stato formalmente invitato a partecipare alle grandi battaglie napoleoniche sia italiane che europee. Ma l’entusiasmo maggiore viene dalle Rievocatrici pizzitane che per preparazione storica ed accuratezza scenica nell’abbigliamento e nel portamento hanno dimostrato di non sono indietro rispetto a nessuno.Da ultimo assolutamente convincente la coppia reale interpretata da Francesco D’ALI’ nella parte di Gioacchino Murat ed  Angela Maria BELVEDERE nella parte della Regina Carolina.  

NEWSLETTER DIRETTAMENTE A CASA

La presente è stata pensata per informare i soci, amici, simpatizzanti e sostenitori dell’Associazione Culturale Gioacchino Murat Onlus per i principali avvenimenti e sociali e nel campo delle rievocazioni storiche, ma sarà inviata lo stesso a tutti coloro che ne faranno richiesta scrivendo al seguente indirizzo email: info@murat.it. E’ prevista l’uscita mensile, fatte salve eventuali versioni speciali.

 
Share This