10 Settembre 2017 RIFLESSIONE SUI MIGRANTI di Giuseppe Pagnotta.

PRIMA DI PARLARE MOLTI AMICI DOVREBBERO CONTARE E RICONTARE almeno FINO A 100. La parola deve prima essere VISTA dal cervello e poi tradotta in onde sonore dalle corde vocali o dai click di Facebook. Sembrerebbe che, a breve, a Pizzo la lingua kinyarwanda, quella parlata dai Vatussi nella regione africana dei Grandi Laghi dello Stato del Ruanda e Burundi, sostituirà tutte le lingue europee [italiano, inglese, francese, ecc.] ed i dialetti europei che ci interessano [calabrese, pizzitano,]. Essa diventerà l’unico idioma dei pochi Pizzitani d’origine e delle migliaia di colore scuro che a valanga sbarcheranno [per colpa del nostro “giovanotto”] sui moli di Vibo Marina. Ebbene le cose non stanno proprio come questi Signori vorrebbero fare credere a tutti Noi, perché Il flusso migratorio dei popoli dell’Africa verso i territori europei, da Sud verso Nord, sembra ricalcare all’inverso quello avvenuto ai tempi delle invasioni barbariche [da Nord verso Sud] con la grande differenza che i barbari sono venuti con le armi in mano e si sono presi tutto quello che volevano mentre questi, invece, vengono [fatte salve le dovute eccezioni dei delinquenti da arrestare e rispedire al mittente] con mani e piedi nudi, affamati, laceri, ammalati rischiando la vita propria e dei propri famigliari, di affogare come dei topi nelle acquee del Mediterraneo. Certo che fin quando erano pochi tutti d’accordo che bisognava aiutarli, ora che grazie alla sciagurata iniziativa delle O.n.g. che facevano il servizio di traghettamento (disinteressato o meno lo dovranno stabilire i magistrati) dalle coste libiche a quelle italiane andando a prenderli nelle zone loro segnalate dai trafficanti di uomini, sono diventati moltissimi, e quindi non va più bene. E quel “pazzo” del nostro Sindaco che ha l’ardire di pensare a fare qualcosa di concreto per questa gente, [accoglierne 20], con numeri limitatissimi, per non creare problemi a certe coscienze deviate di certi nostri concittadini, viene sottoposto a continue sentenze negative da parte degli stessi e di coloro che hanno interesse politici ed economici contro questa povera gente. Ebbene Signori ci siamo dimenticati che siamo arrivati tutti tardi, perchè un’altro calabrese con funzioni ministeriali, dotato di molto buon senso e capacità politiche fregandosi dei giudizi negativi di certa stampa e di certi personaggi, ha dimostrato che i flussi non sono un tabù ma si possono governare. Eppure nessuno di questi amici si scandalizza dei popoli del centro Europa che non si vogliono sporcare le mani come se fosse solo un problema italiano o greco. Ignorano o fanno finta di ignorare che l’Italia per i migranti è solo una terra di transito per giungere nel Nord Europa. Questi fenomeni, come è spiegato sui libri di storia, dovrebbero tutti sapere che sono impossibili da fermare. Roma, la più grande potenza mondiale di tutti i tempi è stata sommersa dai Barbari. Lo stesso succederà all’Europa, all’Italia ed alle nostre comunità piccole o grandi che siano. Non si può fermare l’acqua che cade dal cielo, o il vento caldo del deserto, non si può fermare il trascorrere del tempo così come non si possono fermare i popoli che hanno fame e sono massacrate dalle guerre. Molti di Noi dicono di essere cristiani, vanno a Messa tutte le Domeniche, seguono le Processioni e si scandalizzano se il Vescovo ne dispone lo svolgimento in modo differente dalla Tradizione. Quanto si tratta di “negri” tutti alziamo le mani e chiediamo che vadano da qualsiasi altra parte meno che a casa nostra. Tempo fà Papa Francesco lanciò il motto una Parrocchia una famiglia di migranti. Ebbene sono state veramente poche quelle che se ne sono ricordate. Secondo me bene ha fatto il nostro “giovanotto” Sindaco sia per i motivi amministrativi e politici da Lui dettagliatamente e puntigliosamente indicati e sia perchè ha lanciato una sfida morale a tutti i componenti della nostra comunità ad iniziare del Clero e di tutti coloro che girano interno al mondo delle chiese, delle Parrocchie, delle Associazioni Cristiane, della Charitas e così via. Tutti siamo coinvolti, è il diritto naturale che ce lo impone, perché tutti siamo essere umani e non possiamo girare il volto quando vediamo che ci sono altri esseri umani che soffrono ed hanno bisogno di aiuto. Da soli nulla possiamo, ma grazie a Dio le organizzazione varie nate con questi scopi abbondano nella nostra Società civile. Per cui tutti dobbiamo aiutare queste organizzazioni che andranno ad aiutare tutti coloro che ne hanno bisogno. Per ritornare a Noi, a leggere i post di Facebook dei non Pizzitani, tutti ci invidiano il “giovanotto”. Tutti meno i suoi oppositori che non si rassegnano alla sconfitta elettorale e non riescono proprio a capire come ha fatto a vincere ed approfittano di ogni occasione per dargli contro cercando di occupare tutti gli spazi del libero pensiero. Certo è che “il giovanotto” continua a volare verso mete politiche sempre più alte e che nonostante gli evidenti boicottaggi che è costretto a subire, ha dimostrato di avere spalle forti e cervello fino superando brillantemente le tante vicende spiacevoli che hanno cercato di rovesciare sulla sua persona. Certo che certi Pizzitani sono proprio strani. Dapprima tutti a lamentarsi che non ci sono più politici di razza e per questo motivo siamo danneggiati in tutti i sensi nelle scelte relative agli investimenti pubblici. Adesso che ne abbiamo trovato uno, invidiatoci da tutti in Calabria, invece di fare cerchio intorno a Lui e renderlo sempre più forte davanti gli altri interlocutori politici di alto livello, pochissimi Pizzitani appartenenti “ai soliti noti” cercano disperatamente di convincere la maggioranza dei Pizzitani che bisogna distruggerlo, come se il “giovane” SINDACO non avesse meglio da fare che stare dalla mattina alla sera sui social a rispondere alle maldicenze, per non usare altri termini, scritte da questi Signori.

Mi piaceVedi altre reazioni

Commenta

Commenti
Angela Pepe Massima approvazione Prof. Con immenso rispetto, un caro saluto a Chi sa essere obiettivo e super partes, cosa non facile
oggi. Cordialmente
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi20 h

Rimuovi

Save Bartoluzzi La stimo!!!
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi18 h

Rimuovi

Roberto Gullo Carissimo, non rispondo oggi a queste deliranti affermazioni perché voglio prima essere sicuro di quanto avrò da replicare e solo dopo aver preso visione della delibera di Giunta e conosciuto il luogo dove il “giovanotto” (come lo chiami tu) ha intenzAltro…
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi

2

17 h

Rimuovi

Tony Burgisano ha risposto1 risposta
Giovanni Chiarini Sig.pagnotta la riflessione dovrebbe farla il sindaco e non lei o chiesa da scomodo il suo pensiero sarebbe stato attinente prima delle elezioni non ora a gioco fatto lei non dice un pensierino sulle bollette anticipate sorpresa per famiglie scuola Percio fate polemica dicendo nulla
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi

1

12 h

Rimuovi

Giuseppe Pagnotta Egregio Signor Chiarini, anche se questo non centra nulla con l’argomento del post, le rispondo facendole notare che chiedere agli utenti un acconto sul consumo dell’acqua è perfettamente legittimo purchè previsto da apposito regolamento comunale approAltro…
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi

2

11 h

Gestire

Giuseppe Pagnotta Agli Amici Tony e Roberto voglio dire che anzitutto nel mio post “delirante” che, guarda un poco, piace alla maggioranza dei visitatori, non ho fatto minimamente nomi proprio per evitare di coinvolgere persone nei confronti delle quali nutro il massimAltro…
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi

2

11 hModificato

Gestire

Roberto Gullo Detto e scritto in questa maniera non sarei neanche intervenuto ma siccome, anche se non sei stato esplicito, per tutta coscienza mi sono sentito toccare visto che sono stato tra i primi utenti di questo Social a contraddire il “giovanotto” e non solo Altro…
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi

2

11 h

Rimuovi

Saverio Militare Scusate l’ intromissione. Scusami Pino, senza voler fare ” nu pittaci”, ti volevo chiedere, visto anche il vento che soffia sul problema a carattere nazionale e internazionale, se non sarebbe stato opportuno, prima di prendere una decisione di tale imAltro…
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi

1

10 h

Rimuovi

Caterina Procopio chi ha la coda di paglia presto si brucia!
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi

1

10 h

Rimuovi

Mariella Cricelli Prima ha sperperato il denaro pubblico ed ora, per sanare il bilancio vuole invadere Pizzo di Migranti fruttano piu’ di qualsiasi altra cosa. Portateli a casa tua, noi vogliamo uscire e stare tranquilli non avere paura, Pizzo è stato sempre un paese tranquillo, non rovinare anche la tranquillità DEI CITTADINI, i nostri figli devono essere liberi ti poter uscire.
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi8 h

Rimuovi

Caterina Procopio quanti bulgari rumeni ucraini sono arrivati a pizzo perché facevano comodo x gli anziani le campagne le puluzie in casa e nessuno si è lamentato !!!!!!
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi8 h

Rimuovi

Roberto Gullo ha risposto5 risposte8 h
Giuseppe Pagnotta Scrive il moderatore: Vi invito a moderare i toni ricordandovi che qui stiamo solo esponendo delle opinioni e che Noi non dobbiamo ne possiamo decidere niente. Sono altri coloro che decidono e non Noi. E tutte le opinioni purchè civilmente esposte senzAltro…
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi

2

8 h

Gestire

Caterina Procopio dovremmo fare tesoro dell’esperienza di Riace solo questo e chiudo mi scuso con il prof .
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi8 h

Rimuovi

Alfredo Galeano Gent. Prof. Pagnotta sono in totale accordo e sintonia sulle sue riflessioni . Mi permetta una considerazione : fb è un passatempo tra amici che più o meno la pensano allo stesso modo . Capita l’antifona ognuno per la sua via.
Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi

1

7 h

Rimuovi

Mi piaceVedi altre reazioni

Rispondi5 h

Share This